Alimentazione in Autunno: ecco 5 cibi che devi assolutamente integrare e 5 da evitare nella tua quotidianità

alimentazione autunno

"L'autunno è una seconda primavera quando ogni foglia è un fiore." - Albert Camus

È arrivato il momento di tirare fuori le coperte, prepare il caminetto per accendere il fuoco e godersi le serate e i weekend sul divano con una bella tazza di cioccolata calda in mano. Anche a te l’autunno fa venire in mente tutto questo? 

Come ogni stagione, anche l’autunno porta con sé un’energia particolare. Secondo la Medicina Cinese questa è la stagione di passaggio dal massimo yang, ovvero dal calore estivo e dalla massima espansione, verso lo yin, che richiama il freddo e l’introspezione. 

È la fase infatti della raccolta, proprio come succede nei campi. È il momento in cui “tiriamo le somme”, raccogliamo i frutti dei nostri sforzi, ma soprattutto è il momento perfetto per lasciare andare ciò che non ci serve più. Proprio come gli alberi lasciano andare le foglie secche, anche noi abbiamo bisogno di cambiare pelle e lasciare andare ciò che non fa più parte di noi, ciò che non supporta la nostra crescita e ci impedisce di diventare la migliore versione di noi stessi.

Ogni stagione porta la sua energia

Ma perché è importante capire quale energia porta ogni stagione? Come ad ogni cambio di stagione, cambiamo il nostro guardaroba, altrettanto importante è portare un adattamento nella nostra vita. Questo lo possiamo fare a livello più spirituale, ad esempio iniziando a praticare più attività introspettive come la meditazione, il journaling, la respirazione consapevole, lo yoga e sul nostro sito puoi trovare moltissimi corsi in merito, ti invito a scoprirli qui

Altrettanto importante è armonizzare il nostro corpo, quindi lavorare a livello fisico internamente con l’alimentazione. 

silvia cibo

Adattarsi al cambiamento

Cosa succede se non armonizziamo il nostro corpo al variare della stagione? Prima di rispondere a questa domanda condivido con te una citazione di C. Darwin che racchiude un concetto importante:

“Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.”

Adattarsi al cambiamento quindi è la chiave della sopravvivenza, e per sopravvivere abbiamo bisogno di mantenere in salute il nostro corpo, in che modo? Sicuramente l’alimentazione è uno dei pilastri a cui va abbinato un corretto stile di vita che lo supporti.

Secondo la Medicina Cinese, l’autunno è legato a due organi in particolare: il Polmone e l’Intestino crasso.

Ci hai mai pensato che proprio in questo periodo ci si ammala spesso di raffreddore, bronchiti e la digestione può rallentare e diventare più difficoltosa?

Ecco, questo capita spesso quando non si armonizza la nostra alimentazione e il nostro stile di vita al cambio stagionale!

Quindi per dare il massimo supporto a questi due organi, che durante questa stagione lavorano al loro massimo, l’alimentazione quindi dovrà includere degli alimenti ben specifici.

Prima però di andare a vedere quali sono questi alimenti ci tengo a fare una piccola parentesi sui malanni di questa stagione.

I malanni di stagione, come evitarli

Raffreddore, tosse, laringite, tonsillite, bronchite, bronchiolite…

Questi sono solo alcune delle patologie che l’autunno porta con sé e probabilmente ti dirai “è normale ammalarsi in inverno, siamo esposti al freddo, ai virus, sarebbe strano se fossimo sempre sani”. Se anche tu la pensi così, sono qui proprio per smentire questa credenza. È tutta questione di equilibrio, o meglio di omeostasi. Godere di buona salute significa saper rispondere agli stimoli esterni (freddo, virus, batteri, inquinamento ecc) e ritrovare il proprio equilibrio. Siamo e saremo costantemente esposti ad agenti patogeni esterni, ma anche interni, l’unica differenza la fa la reattività del nostro corpo, quindi l’efficienza con cui ci difendiamo da questi attacchi.

Come fare quindi per rinforzare queste difese e godere di buona salute? Inizia a curare la tua alimentazione e vedrai le differenze!

Vediamo infatti nello specifico quali sono gli alimenti che vanno a rinforzare i nostri Polmoni e il nostro Intestino.

 

  1. Cavolfiore

Il cavolfiore appartiene alla famiglia delle crucifere, ortaggi ricchi di acqua, fibre, minerali e vitamine indispensabili per la salute dell’intero organismo. Ricchissimo di calcio, potassio e fosforo, il cavolfiore ha un’azione antinfiammatoria sistemica e dato il colore bianco è specifico per tonificare il Polmone. Possiamo cuocere i cavolfiori in forno con delle spezie come rosmarino secco o paprika affumicata oppure realizzare delle vellutate a cui aggiungere dei ceci croccanti e dei crostini di pane integrale.

 

  1.  Mandorla

La mandorla è una frutta secca ricca di Magnesio, Calcio, Zinco, quest’ultima indispensabile per avere un sistema immunitario forte ed efficiente. In Medicina Cinese la mandorla è specifica per il polmone: questo infatti tende o alla secchezza (manifestandosi con sintomi come feci secche, pelle secca o tosse secca) o alla produzione di muco (tosse produttiva, catarro, muco nelle feci). La mandorla ha sia un’azione umidificante, sia un’azione drenante in caso di muco. Inoltre ha il vantaggio di essere molto digeribile e versatile in cucina. 

Puoi infatti tritarla e aggiungerla al porridge (crema di avena) a colazione, sulle tue verdure sotto forma di crema (la trovi nei negozi bio o online) oppure per mantecare risotti in alternativa al burro.

 

  1. Zenzero

Una spezia che non dovrebbe mai mancare nella stagione invernale è proprio lo zenzero. Questa radica dal sapore piccante è infatti perfetta per riscaldare il corpo e soprattutto aiuta in caso di febbre perché favorisce la sudorazione e quindi l’espulsione delle tossine. Questa spezia inoltre ha un’azione digestiva: utile in caso di difficoltà della digestione, mancanza di appetito, gonfiore addominale o meteorismo.

Puoi grattuggiare la radice di zenzero in acqua e farla bollire un paio di minuti per preparare la tua tisana (io mi preparo un termos da litro e la bevo durante la giornata!) oppure lo puoi aggiungere alle tue verdure saltate in padella. Ad esempio se i cavoli, broccoli e compagnia bella ti gonfiano la pancia potresti provare a saltarli in padella e grattuggiarci un centimetro di zenzero: vedrai che differenza!

 

  1. Pasta di miso

Sappi che il miso è un superfood vero e proprio! Probabilmente avrai sentito nominare la zuppa di miso, un brodo caldo a base vegetale a cui viene aggiunta la pasta di miso per darle sapidità e arricchirla di tutta una serie di benefici. Il miso è una pasta fermentata a base di fagioli di soia, aale marino e cereali, in particolare orzo e riso. Il suo sapore è molto forte, ecco perché se ne usa poco: lo puoi utilizzare al posto del dado nelle tue zuppe (facendo attenzione a stemperarlo in acqua tiepida e non farlo bollire, altrimenti perderesti tutte le sue proprietà benefiche), 

silvia cibo 2

Alimenti da evitare

Ci sono invece degli alimenti che vanno a ledere la salute dell’energia dei Polmoni e indeboliscono anche l’Intestino, poiché vanno a creare muco e freddo interno (che si somma a quello esterno). 

 

  1. Latte e formaggi

Questi sono i primi alimenti da limitare fortemente (anche solo una volta o due a settimana) poiché vanno a creare quel muco e quel freddo interno di cui anticipavo poco fa. Vi è mai capitato di avere una tosse già di per sé molto produttiva e non vederla migliorare, o addirittura aggravarla, consumando yogurt, latte vaccino o formaggi? Solitamente questo lo si nota molto nei bambini ammalati, perché i sintomi peggiorano istantaneamente, essendo loro molto reattivi. Sostituisci quindi il latte e gli yogurt con delle alternative vegetali come soia, mandorla, cocco, avena ecc. Mi sento anche di consigliarti il lievito alimentare, che ricorda il sapore del formaggio ed è molto versatile: puoi spolverizzarlo sulla pasta, su dei tortini, negli gnocchi, sulle verdure o anche per creare dei formaggi vegetali a base di anacardi (su internet trovi un sacco di spunti).

2. Zuccheri e farine raffinate

Questa combinazione si trova spessissimo nei prodotti da forno. Pane, pizza, focacce, cracker, biscotti, e via dicendo. Lo zucchero è un alimento che secondo la medicina cinese viene classificato come sapore tossico, proprio perché altera non solo l’equilibrio della flora intestinale, ma nel lungo periodo altera anche la nostra percezione del dolce, aumentandone il desiderio, quindi il bisogno e creando dipendenza. Questo ovviamente può portare all’insorgenza di malattie a livello dell’apparato cardiovascolare ma non solo. Per farina bianca intendo invece la farina di grano tipo “00”, raffinata, povera di nutrienti e di fibre. Sostituiscila con delle farine di grani antichi, cereali integrali come orzo, farro, avena, miglio, grano saraceno. Nel mio ebook “Energeticamente” trovi un sacco di ricette semplici, veloci e con farine senza glutine, se ti interessa mandami un’email a info.silviamansutti@gmail.com.

 

3. Gelato
Anche il gelato è un alimento estremamente umidificante e porta freddo nel corpo. Sicuramente ti sarà capitato di mangiare un gelato d’inverno e sentire improvvisamente un forte freddo provenire da dentro. Inoltre i gelati sono ricchi di zuccheri raffinati, latticini e grassi, oltre a stabilizzanti, emulsionanti e altri additivi (soprattutto nei gelati confezionati o quelli di bassa qualità). Il consumo frequente di questi prodotti altera la flora batterica, aumenta i gonfiori, le difficoltà digestive, favorisce l’aumento di peso e indebolisce sia intestino che polmoni. Non sto parlando di un consumo saltuario di questo prodotto sia chiaro, un gelato ogni tanto fa bene soprattutto per soddisfare la nostra fame emotiva. È bene però tenere a mente queste linee guida soprattutto nel momento in cui la nostra salute è debilitata, come nel caso di febbre, raffreddore, tosse, forte stanchezza, diarrea, vomito, mal di pancia ecc.

 

4. Alimenti crudi

Forse questi non te li aspettavi ma anche gli alimenti crudi come le insalate e la frutta cruda possono indebolire l’organo Polmone e Intestino soprattutto nella stagione fredda. Questo deriva dal fatto che sono alimenti molto rinfrescanti e possono quindi creare freddo nel corpo, causando gonfiori, digestione lenta e problemi legati all’apparato respiratorio.

Ti basterà scottare le verdure anche solo un paio di minuti in padella a fuoco vivo e cuocere la tua frutta da consumare al mattino a colazione o come spuntino per tonificare questi due organi e beneficiarne anche a livello digestivo e di gonfiore!

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile se così fosse lascia un like e commenta qui sotto se hai ulteriori domande. 

Se ti interessa l’argomento, leggi gli altri articoli di Silvia qui

Categorie
Se ti è piaciuto il contenuto condividi sui social

Iscriviti alla nostra Radio

Iscriviti al nostro canale ufficiale

Una risposta a “Alimentazione in Autunno: ecco 5 cibi che devi assolutamente integrare e 5 da evitare nella tua quotidianità”

Lascia un commento

0