Come Gestire Lo stress

come gestire lo stress

Partiamo da una definizione di stress come “reazione emozionale intensa a una serie di stimoli esterni che mettono in moto risposte fisiologiche e psicologiche di natura adattiva” (Galimberti – Dizionario di psicologia, 1992 UTET).
Facciamo fatica a controllare lo stress così come a rispondere ad esso con un comportamento che si adatti alla situazione. Andiamo quindi a scoprire come gestire lo stress.

Che cos'è lo stress?

Lo stress ha comunemente una cattiva reputazione ma  in realtà possiamo distinguere tra eustress, ovvero stress “buono” e distress o stress “cattivo”.
L’eustress è stato positivamente correlato con una vita soddisfacente e il benessere, è un livello di stress che ci migliora. Spesso però, considerati i luoghi di lavoro e i ritmi moderni, superiamo una certa soglia ed entriamo in distress, ovvero livello di stress troppo alto e  prolungato nel tempo che incide negativamente sul nostro sistema immunitario, abbassando le difese dell’organismo. Questo causa ansia e attacchi di
panico di cui ti abbiamo già parlato QUI
In questo articolo ci occuperemo di darti consigli pratici sul come gestire lo stress “cattivo”.

Come gestire lo stress a livello fisico

Partiamo con la respirazione.
Il respiro deve essere diaframmatico e circolare, ovvero senza pause tra inspiro ed espiro ed inspiro ed espiro. 

Per approfondire l’argomento, ti rimando al nostro articolo sui BENEFICI DELLA MINDFULNESS e al nostro nostri videocorso di INTELLIGENZA EMOTIVA E RESPIRO.
Ci sono molte tecniche di pranayama nella tradizione yogica per il controllo del respiro, ma la più semplice che puoi fare in qualsiasi momento, che tu sia al telefono, al computer, o in fila al supermercato, è quella di raddoppiare la lunghezza dell’espiro rispetto all’inspiro. Per esempio: se inspiri in 7 tempi, espirerai in 14.

Considerando che respiriamo 21400 volte al giorno, non solo è importante fare amicizia col respiro, ma hai anche tantissime occasioni per praticare.

Idratazione

Idratazione. Possiamo stare solo pochi minuti senza respirare, molto tempo senza mangiare e solo qualche giorno senza bere. L’idratazione è importantissima. Assicurati di seguire un’alimentazione completa con tanta frutta e verdura acquose, oltre a bere almeno un paio di litri d’acqua al giorno. Evita cibi disidratanti come caffè e cioccolata, soprattutto se non sei abituato a bere tanto.

Alimentazione

No a cibi zuccherati, troppo proteici, con troppi zuccheri e cibi raffinati, in quanto influenzano i nostri ormoni e di conseguenza il nostro umore. E’ sempre consigliata un’alimentazione sana, con tanta frutta e verdura e prodotti naturali e grassi buoni.

Postura

Una sindrome sempre più comune negli ultimi anni, è quella del “text neck”, che coinvolge schiena, collo e spalle, dovuta al tempo passato curvi sul telefono o su apparecchiature elettroniche. Una schiena curva non vuol dire solo mal di schiena e cervicale, ma influisce anche sulla respirazione.

Che sia yoga, pilates, stretching o palestra, è importante rinforzare e allungare i muscoli, per contrastare gli effetti della posizione seduta e gobba. Un corpo sotto stress vuol dire una mente sotto stress.

1. Rilassa il tuo corpo

Come gestire lo stress rilassando il corpo? Ricorda che vince sempre il corpo, più impererai a rilassarlo, e più sarai rilassato.

  • distendi la fronte. Quando siamo tesi tendiamo a corrucciare la fronte, impara a rilassare e distendere questa parte del corpo, anche se all’inizio dovrai farlo mille volte al giorno
  • rilassa le mandibole
  • sorridi
  • il mento non deve essere né troppo in alto né troppo in basso, ma leggermente portato verso il basso e in dentro per allungare la colonna e portare in allineamento la testa con il resto del corpo. Questa posizione ci dà controllo, forza, centratura.
  • rilassa le spalle
  • porta lo sterno verso l’alto, non deve essere incassato, per darti forza e autocontrollo
  • il respiro è diaframmatico. Porta l’attenzione sotto l’ombelico, senti questa parte che si espande con l’espiro e si rilassa con l’espiro
  • le ginocchia sono morbide e flessibili
  • il peso del corpo è equamente distribuito su tutto il piede, né troppo avanti né troppo indietro, questo ti darà forza e flessibilità

Dai un’occhiata anche al nostro articolo sulle MICROPRATICHE, troverai alcuni dei suggerimenti in aggiunta a quelli che ti ho appena elencato.

Lavorare sul corpo significa lavorare sull’interiorità, un corpo flessibile vuol dire una mente flessibile. Non sarà facile all’inizio, ma continua a ripetere e non mollare.

stress lavoro 2

2. Come gestire lo stress con le EMOZIONI

Impara ad accettare le emozioni ‘negative’ come paura, rabbia, tristezza e vergogna, e non negarle o reprimerle, perché cosi le potenzi, senza però nemmeno alimentarle. Come fare? Interrompendo lo schema mentale che le alimenta, come per esempio iniziando a pensare a soluzioni o immaginare l’esito felice della situazione che al momento trovi preoccupante.

Puoi per esempio iniziare a farti domande come: “Cosa posso imparare da questa situazione?” oppure “Come questa situazione mi ha portato a migliorare e crescere?” Ricorda che gli ottimisti hanno maggiore probabilità di successo, impara a visualizzare il modo in cui una situazione, che magari percepisci come negativa, può in realtà funzionare e avere un lieto fine.

La vita è fatta di alti e bassi e, come ci insegna la meditazione, tutto è impermanente. Ogni situazione può insegnarti a crescere e puoi sempre imparare dal tuo passato.

3. Il DIALOGO INTERNO

Il dialogo interno è il flusso di pensieri che abbiamo costantemente nella nostra mente e che è perlopiù inconscio: da questo, dipende il nostro atteggiamento mentale di successo o insuccesso. Quello che puoi fare è mettere mano a pensieri di cui sei consapevole, cosi da migliorare il tuo stato d’animo e quello degli altri. Con le parole si possono fare le magie, quindi ti consiglio di fare attenzioni a parole come DEVO, perché crea pesantezza e costrizione nel corpo e una tensione interna. Prova ad usare meno questa parola e riformula la frase, per esempio: invece di dire “devo andare al lavoro” prova a dire “vado al lavoro”.

Altra parola da non usare è NON perché il nostro cervello non la riconosce. Se per esempio dovessi dirti: “Non immaginare un orso bianco”, tu immaginerai un orso bianco. Invece di dire: “non devo arrivare in ritardo”, dì “sono puntuale”.

Usa frasi positive e al tempo presente.

Trasforma il tuo monologo interno in un dialogo, impara a motivarti, a trattarti bene e dirti quelle cose che vorresti gli altri ti dicessero, diventa il tuo miglior alleato e crea un dialogo positivo e costruttivo.

Anche qui ci vorrà tempo, ma se lo farai costantemente, diventerà presto un’abitudine.

Come gestire lo stress con un'arma segreta infallibile - Le immagini interne

Il dialogo interno non è solo un flusso parole, ma anche di immagini che scorrono nella nostra mente. Modificare queste immagini è il metodo più rapido per modificare rapidamente i tuoi stati interiori. Puoi modificare queste immagini quando vuoi, basta un po’ di pratica. Ricorda che per usare bene la mente devi respirare molto perché il cervello è nutrito da sangue e ossigeno. A tale proposito ti rimando nuovamente ai nostri videocorsi di Mindfulness e di Intelligenza emotiva e respiro.

Un esercizio semplice è quello di osservare il respiro, senza fare nulla per cambiarlo, semplicemente osserva il respiro per qualche minuto, dopodiché proietta l’immagine positiva che vuoi realizzare nella tua vita. Immagina e percepisci colori, sensazioni ed emozioni collegate a quest’immagine.

In conclusione

LA QUALITA DELLE NOSTRE DOMANDE DETERMINA LA QUALITA DELLE NOSTRE RISPOSTE E LA QUALITA DELLE NOSTRE RISPOSTE DETERMINA LA QUALITA DELLA NOSTRA VITA.

Ti sei riconosciuta/o nelle parole che hai letto e vuoi saperne di più?

Abbiamo creato un videocorso per tutte le persone come te che hanno scelto di prendere la propria vita in mano per darle una svolta e per ricominciare a vivere al pieno delle proprie potenzialità. Soffri di stress nella tua azienda oppure sei semplicemente ansiosa/o e non sai da dove iniziare? Sei atterrata/o nel posto giusto! 

Scopri il nostro videocorso come gestire lo stress QUI.

“Fai ciò che puoi, con ciò che hai, dove sei”

Franklin Delano Roosvelt

Il nostro podcast

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.